Il Logo

Logo e simbolo, hanno insita nel significato del nome, la funzione di riunire.

La stessa funzione l’ha PRISMABLU nel RIUNIRE la personalità, anche detta finzione giuridica, staccata dal SÉ da falsi valori istituzionali, alla Forza del proprio SÉ.

Ritrovare il proprio SÉ significa ricordare Leggi Sacre delle quali ci è stata sottratta la memoria già dalla nascita. La Legge principale, pietra angolare del potere del SÉ, è il Diritto di Libertà di Scelta, diritto sacro che nessun potere terreno laico o religioso che sia può dare né togliere perché energicamente istituzioni non autoalimentate. Ognuno lo può riconquistare attraverso l’autoconsenso ad andare oltre il limite dogmatico delle istituzioni terrene e realizzando scelte allineate alle leggi del Sistema del SÉ (La Via del SÉ)

Nel disegno del LOGO sta la chiave del progetto che via via va delineandosi nel tempo! La sua creazione è stata commissionata ad Andrea Montanari che l’ha realizzato con talento artistico nel rispetto delle nostre “originali” richieste. Dico originali perché il logo si è mostrato gradualmente alla mia immaginazione in un tempo di mesi tra miriadi di intoppi e interferenze. Ad ogni espressione c’era una spiegazione interiore. All’interno del Logo, espressione grafica di un prisma, doveva essere rappresentata una corona regale a 12 punte, concentriche ad un punto-sorgente centrale, che andavano ripetute al suo esterno in dinamica non più circolare. Infatti, l’oggetto nella sua parte esterna, è stato interpretato con simboli piramidali che si snodano a spirale perché in uguali proporzioni fino a quello più a sud che è leggermente più grande, quel tanto che basta per mostrare uno star-gate di uscita (dal sistema solare?) per il salto quantico della Madre Terra e di coloro che scendono per ritrovare la libertà nel rispetto di Leggi superiori. La M centrale di PrisMa  è formata da due A consecutive che si toccano in un punto-vertice di un triangolo uguale ad esse ma capovolto che ha funzione di calice per la goccia. La AA, M AURICA,  ha la proprietà di includere uno spazio romboidale se si prolungano i suoi lati, cosa che non avviene con la M a lati dritti. Questo spazio romboidale è espressione grafica di portale aperto per il  passaggio di un suono ultrasonico, ma anche passaggio tra diverse dimensioni. Dal centro del simbolo si diparte un raggio, un rivolo d’oro che termina in una goccia, simbolo di un’Acqua sacra surgiva che porta il codice del risveglio o di Sangue portatore di un particolare codice che è necessario per riattivare la memoria di SÉ e della MISSION!

Nel significato del nome PRISMA è inclusa anche la sua funzione prismatica: diffrangere la luce nei suoi colori. Anche Prismablu ha questa funzione: portare allo scoperto nelle persone che si incamminano verso la Verità del SÉ, i raggi di tutti i colori con le loro caratteristiche spirituali per la scoperta dei propri talenti con l’aiuto delle delle Achuarmoniche come fa in natura la goccia d’acqua, forma prismatica dalle mille sfaccettature, che permette alla Luce di mostrare i colori di guarigione dell’Arcobaleno, simbolo Cristico, ponte tra Cielo e Terra.

I colori sono portatori di Frequenze guaritrici. È per questo che all’apparire dell’arcobaleno diveniamo silenziosi… in ascolto cioè in polarità ricevente?

Perché Prismablu? Il BLU è il colore della purezza, dell’acqua più profonda e della notte più scura, simboli di massima intensità del Sentire del femminino sacro della GRANDE MADRE. È lei, Sophia, Maddalena, Madonna, ma soprattutto Madre Terra che ha il Ruolo e quindi il Potere di Liberazione del SÉ da condizionamenti falsi istituzionali terreni ma soprattutto dall’ombra dell’egregora che abbiamo personalmente formato e autoalimentato identificandoci erroneamente con lei. Con leggi false che ci hanno ingannato dalla nascita hanno fatto sì che proprio noi diventassimo i carcerieri del nostro SÉ soffocandone giorno dopo giorno il soffio. È terribile!!! Tuttavia, sapendo la Verità si può trovare la Via d’uscita. LA VERITÀ CI RENDE LIBERI NELLA SCELTA e il sistema terrestre ne ha paura perché non conosce la Scelta perché scelta può esserci solo se si onora la verità mentre i sistemi terrestri onorano la menzogna, l’inganno e la paura come fa ogni sistema o falsa sorgente che ha bisogno di vampirizzare perché non si autoalimenta.

Il Blu è associato al sentire intuitivo che riesce ad andare oltre il limite del razionale.

Un ulteriore simbolo è stato trasmesso successivamente, tramite sogno, a Manuela quando si è fatta chiara l’impostazione della Via del SÉ. Si tratta della linea sottostante, la linea Hessiana, linea che va verso una direzione ed ad un punto x la inverte indicando simbolicamente l’integrazione della polarità spirituale del SÉ con la polarità opposta nella sua espressione fisica terrena che dovrebbe imparare a vivere nella dimensione terrena nel tempo del qui ed ora per restare in sintonica sincronicità del sentire del SÉ ( La Via del SÉ)

Per chi realizza il SÉ, il punto dell’inversione è il Portale che permette di accedere all’altra dimensione. È attraverso il sentire del SÉ e la sua diversa percezione del Tempo che lo Spirito riesce ad esprimersi e vivere consapevolmente attraverso i corpi più densi in questa dimensione terrena. Essere in questo mondo pur non essendo di questo mondo diventa ora possibile!!!