Gruppo di ricerca

Guppo di ricerca: “Circolo Hessiano”

Concludere il percorso del SÉ in PRISMABLU non vuol dire che per tutti si apre la Porta d’oro del tesoro interiore, il che significa: avere realizzato il SÉ o essere nel SÉ, ma vuol dire avere trovato una modalità affine alla propria mentalità interiore per poterlo riconoscere e avere la chiave per aprire lo scrigno dentro il quale risiede. Il Tempo dell’integrazione al SÉ non è lo stesso per tutti; per ognuno c’è il suo giusto Tempo.
Alcuni stanno già girando la chiave nella toppa … altri la stanno estraendo dalla tasca, altri la custodiscono ancora in tasca aspettando il momento di prenderla in mano.
Tuttavia, ciò che fa la differenza dei pensieri di oggi da quelli di prima di intraprendere la Via, è che ora non si può più dire: “non sapevo”.
Ora, a chi lo ha richiesto, sono stati dati gli strumenti per proseguire nella vita come ricercatore indipendente nella consapevolezza di cosa sta cercando e per quale obiettivo si sta impegnando. L’autoinganno ora diviene riconoscibile ed è già una conquista.
La libertà tanto desiderata non arriva da fuori ma da dentro e soprattutto consapevolmente a seconda delle decisioni che vengono prese, indotte da scelte che la voce interiore del SÉ suggerisce di fare o da rinunce che impongono ancora fedeltà alla mente razionale e meno alla Coscienza del Cuore.
Se crediamo che nulla avvenga per caso Qualcosa di più Grande ci ha fatto incontrare perché ritrovassimo la memoria di un linguaggio comune inciso in codice nel DNA, impossibile da rintracciare con password vecchio sistema … ma recuperabile attraverso chi, prima di noi, lo ha ritrovato ,decodificato, riconosciuto ed è in grado di passare la formula come nel gioco a staffetta affinché la cordata prosegua fino al traguardo dove la Vittoria sarà sistemica cioè di tutti coloro che hanno cercato la Verità Interiore con le leggi del Sistema del SÉ.

Dopo questo percorso alcuni hanno sentito un particolare richiamo a collaborare più strettamente all’interno dell’Associazione e si sono resi disponibili ad aiutare o a proporre progetti in linea con la Mission. Ora, insieme, possiamo considerarci un circolo e  il ritrovarci a progettare modalità diverse per facilitare la riconnessione al SÉ ci dà gioia. Abbiamo caratteri diversi, talenti diversi, raggi diversi ma uno stesso obiettivo interiore: liberare il SÉ da condizionamenti personali e istituzionali per poter riconquistare pacificamente ma con determinazione la Libertà di Scelta.

Nell’alchimia di questo percorso, quando la personalità viene completamente trasformata, il voler essere e il voler avere si fondono nell’Essere. Questo fa sì che scompaia la smania di essere visti, di competere e di emergere mentre si realizza la consapevolezza che attraverso il Sistema del SÉ ci si unisce spontaneamente e il successo dell’uno tende a portare anche gli altri al successo. Si comincia a comprendere così il vero significato di appartenenza, di fratellanza e di complicità e che il bene di tutti diventa automaticamente bene per se stessi così come nel corpo il benessere di ciascun organo garantisce la salute e l’efficienza del corpo intero.

Perché Circolo

Circolo è in pratica un’associazione di fatto no profit le cui regole possono anche essere espresse verbalmente senza obbligo giuridico di registrazione. Possiamo dire che chi ha completato il percorso del SÉ, ha chiesto come gli altri, nell’ultimo modulo, di appartenere al Sistema del SÉ nel rispetto delle sue leggi e non può più dire:
“non ero stato informato… non sapevo di queste leggi.“ Questa conoscenza comune e la scelta dell’appartenenza al Sistema della Libertà di Scelta crea un Campo tra noi che ci mantiene uniti e protetti.

Perché Hessiano

Il nome deriva da “matrice Hessiana, funzione matematica rappresentata da una particolare linea che giunta ad un punto “0” inverte completamente direzione come per un Hessiano che a un punto “0” della propria vita anziché proseguire verso l’obiettivo della personalità inverte la rotta per realizzare, attraverso la memoria del SÉ,la propria Mission.

Un ulteriore passo di realizzazione del SÉ è quello di sperimentare la gioia della Libertà  di poter mostrare pubblicamente e con piacere la propria appartenenza a questo Sistema pur essendo consapevoli che il vecchio sistema è ancora ostile a integrare il nuovo.
Alcuni, dunque, dopo aver assaporato il profumo della Vera Libertà interiore, così si esprimono:

“Ora so e per il momento questa conoscenza la tengo per me. L’ambiente in cui vivo non capirebbe e io potrei essere escluso”

Altri dicono: “Desidero che questo percorso sia divulgato. Mi rendo disponibile a organizzare una conferenza nella mia zona, ad essere un riferimento per le persone che abitano nei dintorni e magari anche a contribuire a creare con il mio valore aggiunto un percorso integrativo con il Raggio Creativo del mio SÉ. Sto ritrovando persone affini a me, sono felice di appartenere a questo sistema, lo esprimo, mi esprimo, mi mostro.”

È dunque giunto il momento di inserire in questo spazio del sito le prime persone che hanno espresso il piacere di dare pubblicamente la propria testimonianza sul percorso della Via del SÉ a cui hanno partecipato in questi anni e hanno avuto l’entusiasmo di organizzare un percorso della Via del SÉ nella propria zona, avviare una ricerca volta a migliorare la percezione del Sentire del SÉ, proporre laboratori con i quali favorirne il discernimento per poterlo distinguere consapevolmente dal sentire emozionale e mentale.

I membri del gruppo di ricerca

Maria Cristina Piras
Manuela Elisabetta Sala
Paola Moschini
Monica Nardon
Maria Antonietta Piras
Cristina Zilio
Ludovico Maurina
Silvia Gardenghi

Vuoi entrare a far parte del gruppo di ricerca?