Continua a leggere…

Il tempo giornaliero di vivere l’esperienza è ampio per cui ciascuno, se lo ritiene, può liberamente seguire funzioni religiose del suo Credo personale.

Questa libertà viene lasciata anche per la scelta del cibo. Il viaggio può essere considerato da alcuni un’opportunità per sperimentare il digiuno, altri vorrebbero essere liberi da legami di orari per i pasti. È nello spirito di questo viaggio lasciare a ciascuno la possibilità di vivere la spontaneità del sentire profondo nel tempo giusto per le proprie scelte, anche quella del cibo, al di là dei momenti condivisi insieme per lo svolgimento del seminario.

Altrettanto libera è lasciata la modalità del mezzo di trasporto, aereo, treno, auto. Il ritrovo per tutti è dunque nella hall dell’albergo alle 18.30 di Venerdì 26. Siamo tutti ospiti dello stesso albergo e questo faciliterà la comunicazione.

Ogni giorno, tra parte teorica, meditazioni guidate, sostegno nelle esperienze personali nel Campo Sacro e laboratori condivisi, sarò costantemente presente a guidarvi affinché la consapevolezza del discernimento dal piano del SÉ sia il regalo più bello del Viaggio da portarsi a casa.

A volte succede che l’energia del Campo muova stati emotivi o malesseri fisici già prima della partenza o durante la permanenza.
Nella necessità e a seconda del caso, troverò il tempo per colloqui personali o per somministrare rimedi adeguati possibilmente naturali.

Questo tipo di Viaggio viene nominato pellegrinaggio, nel senso che si va al Luogo Sacro per diventare un altro come se si cambiasse pelle, uno dei tessuti più sensitivi.

Cambiare pelle è metaforicamente lasciare qualcosa di vissuto e ormai morto per far posto al nuovo.

No! Per Prismablu è l’opposto:

Si va in uno StarGate per lasciare la pelle-maschera di ciò che non siamo e tornare ad appropriarci della pelle tenera della nascita con i codici originari del nostro sentire autentico per ritrovare la Forza di esprimere consapevolmente e con spontaneità l’Essenza di ciò che veramente siamo.

Si va per ritrovare un Ricordo perduto e dare un senso alla nostalgia che spesso sentiamo nel Cuore e alla quale non riusciamo a dare un volto. Si va per riconoscere a se stessi un’appartenenza spirituale che nessuno ci potrà più negare.

E ora fermati un attimo, respira, entra in te stesso e
ascoltati:

se in te un cambiamento è già in atto, hai bisogno di
accompagnarlo nella consapevolezza,

se sei in crisi, hai bisogno di conoscere altri punti di vista
per trovare la Forza di scegliere,

se stai soffrendo per una malattia hai bisogno di
riconnetterti con la parte Vera di te stesso perché quasi
sempre malattia è sconnessione,

se vivi un conflitto devi chiarirti quale ruolo vuoi ricoprire
in relazione all’altro o quale vestito vuole metterti l’altro
che non è il tuo.

Questo Viaggio è serio e spesso rivoluzionario. Vissuto nella libertà e nella consapevole responsabilità del proprio sentire è un’Esperienza rara e di grande crescita che veramente può cambiare la vita.

Condividerla insieme è sempre per tutti un’emozione profonda.

Se senti il richiamo, non fermarlo, seguilo …vieni con noi…

Maria Cristina Piras e lo staff Prismablu